Roma, una macchina perfetta: Mkhitaryan sublime affonda il Genoa

La Roma non scherza affatto, e zitta zitta sta tracciando la sua strada per insediarsi nella corsa scudetto. Il merito? Gruppo solido, amalgamato con nuovi tasselli ben scelti per alzare l’asticella. E poi il comandante, in passato criticato, Paulo Fonseca, sempre pacato e nelle difficoltà è riuscito a trasmettere energia positiva alla squadra. La società si è fidata e ora si gode il momento. La ciliegina sulla torta è il recupero totale di Henrikh Mkhitaryan, diventato devastante. L’uomo in più di una squadra pronta a continuare a dare il massimo. Giornata dopo giornata, questo è il segnale da seguire secondo Fonseca ma non si può non guardare la realtà: la parolina scudetto fa parte, ora come ora, del lessico giallorosso.

A CURA DI: FRANCESCO QUATTRONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.