Italia, le ultime: Chiellini verso la maglia da titolare

Terminerà stasera l’attesa per gli Europei. L’Italia alle ore 21 affronterà a Roma la Turchia. La gara è alla portata degli azzurri, che non dovranno però sottovalutare la squadra ospite.

Mancini è pronto a proporre il classico 4-3-3, che dovrebbe essere sulla falsa riga di quello che ha vinto e convinto contro la Repubblica Ceca. Fra i pali ci sarà Donnarumma, che ancora deve chiarire il suo futuro: è vicino al PSG, ma la firma ancora non c’è. I due terzini saranno Florenzi e Spinazzola, entrambi di proprietà della Roma. Al centro della difesa, invece, Mancini sembra orientato a puntare sull’esperienza di Bonucci e Chiellini, entrambi reduci da una stagione non all’altezza delle precedenti. A centrocampo, considerando anche l’assenza di Verratti, Jorginho guiderà il centrocampo accompagnato da Locatelli e Barella. In avanti, infine, sono certi del posto Immobile ed Insigne, mentre sulla destra è favorito Berardi.

Dal canto suo, Senol Günes, che ha già sorpreso alla guida della Turchia ai Mondiali 2002, schiererà i suoi col 4-1-4-1. In porta spazio a Cakir, che ha aiutato il Trabzonspor a raggiungere i preliminari di Conference League. Tre difensori su quattro giocano nei top 5 campionati europei. Celik ha vinto la Ligue 1 da titolare con la maglia del Lille, Demiral nell’ultima stagione ha giocato 24 partite con la maglia della Juventus e Soyuncu non è riuscito a replicare quanto fatto nella stagione 2019-20 con la maglia del Leicester. Completa il pacchetto arretrato Meras, reduce da una stagione anonima col Le Havre (Ligue 2). Il mediano sarà Yokuslu, che dopo aver fatto bene col Celta Vigo non è riuscito ad evitare la retrocessione col West Bromwich. Grande qualità nei quattro dietro la punta. Karaman ha ben figurato in 2. Liga col Fortuna Düsseldorf, Yazici si è consacrato col Lille e ha anche realizzato una tripletta in Europa League al Milan, Tufan è stato fra i protagonisti del ritorno nelle coppe europee del Fenerbahce e Calhanoglu è stato titolare nel Milan che ha chiuso secondo in Serie A. L’unica punta è l’esperto Yilmaz, anch’egli reduce da una stagione di successo al Lille.

Arbitrerà l’olandese Makkelie, coadiuvato da Steegstra e de Vries. Il quarto ufficiale sarà la francese Frappart, prima donna ad arbitrare in Champions League.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.