Inter, la rinascita di Dzeko: il bosniaco spinge i nerazzurri agli ottavi di Champions League

 

L’Inter è tornata ufficialmente in corsa allo scudetto ed è ad un passo dalla qualificazione agli ottavi di Champions League, manca solo l’aritmetica. Insomma, doveva essere l’anno di un presunto ridimensionamento e invece i nerazzurri hanno dato una solida continuità. Simone Inzaghi per ora non sta facendo rimpiangere l’addio di Antonio Conte e soprattutto Edin Dzeko si è preso il posto alla grande di Romelu Lukaku.

Due passaggi non facili da fare, eppure l’Inter ha fatto la scelta giusta. Edin Dzeko ha trovato il giusto feeling sia con il gol che con il gruppo. Da uomo d’area di rigore ad essere anche un leader per la squadra: tocca tanti palloni, corre, strappa applausi e fa gol pesanti.

L’Inter di Dzeko non fa invidia a quella di Lukaku: cambiato il modo di giocare ma l’identità e la fame sono rimaste le stesse. Anzì, con l’ex attaccante giallorosso ci sono più soluzioni offensive: il contributo da assist man è fondamentale, quella capacità di uscire dall’area di rigore per favorire gli inserimenti dei centrocampisti e non dare così punti di riferimento agli avversari sta risultando la carta vincente.

Il suo arrivo a Milano sponda nerazzurra era un’incognita per molti ora è diventata una splendida certezza di cui non si può fare a meno e l’Inter apprezza e vince.

A CURA DI FRANCESCO QUATTRONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.