CORONAVIRUS- Altri casi positivi in Serie A, forse è il momento di riflettere

La partita più difficile si sta affrontando contro un avversario forte e soprattutto capace di cambiare le carte in tavola facilmente. In questi giorni, si è intensificato il discorso sul ritorno in campo o meno.

L’avvio degli allenamenti di alcune squadre e i numeri di positivi e di decessi in calo hanno fatto intravedere la luce e una ripartenza, lenta ma con il semaforo verde. Invece, nella giornata di oggi si è tornati punto a capo. Nuovi casi di Covid-19 nelle fila di Fiorentina e Sampdoria. Il club viola ha comunicato sul proprio sito ufficiale la positività di sei tesserati (tre giocatori e tre componenti dello staff). I positivi, che sono stati individuati dopo i tamponi effettuati due giorni fa, restano per ora anonimi per ragioni di privacy. Sono tutti asintomatici.

Stesso discorso in casa blucerchiata  dove i giocatori che hanno contratto il virus sono quattro. Attualmente, come già accennato, sono tutti asintomatici, gli stessi sono stati posti in quarantena e saranno costantemente monitorati come da protocollo. Con l’aggiunta di un nuovo caso anche nel Torino, la questione preoccupa seriamente.

Forse è il momento di guardarsi in faccia, dare uno sguardo alla realtà e prendere una decisione. Ritornare in campo con l’alto rischio o annullare definitivamente il tutto. Il problema non sta nell’ assegnare lo scudetto o definire le retrocessioni: qui c’è in gioco la salute. Una volta ogni tanto pensiamo al dono più grande che ci è stato donato: la vita, e mettiamo da parte l’economia. Il calcio può attendere…? Penso proprio di sì.

A CURA DI: FRANCESCO QUATTRONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.