CHAMPIONS LEAGUE: Inter, tabù Shakhtar. Milan, scippato all’ultimo secondo

Il martedì di Champions League ancora amaro per le due milanesi. L’Inter di Simone Inzaghi non passa a Kiev contro il solito Shakhtar Donetsk, ancora una volta uno 0-0. Le occasioni non sono mancate, i nerazzurri hanno provato in tutti i modi. L’occasione più ghiotta capita a Dzeko, il quale fallisce forse il gol più facile della sua carriera, poi sale in cattedra Pyatov che grazie alle sue parate sbarra la strada all’Inter, e non a caso diventa il migliore in campo. Lo possiamo dire, lo Shakhtar Donetsk è la bestia nera, un vero e proprio tabù.

Dall’altra parte del naviglio, il Milan si arrende all’ultimo contro l’Atletico Madrid del Cholo Simeone. Una partita straordinaria dei rossoneri, una grande gara, giocata con aggressività, ritmo, velocità, caricati dal ritorno in Champions a San Siro dopo sette anni. Il tecnico, Stefano Pioli aveva preparato nel dettaglio il match e ingabbiato gli spagnoli. Il Milan trova il vantaggio con Leao, gestisce il vantaggio senza rischiare nulla. Poi l’espulsione complica i piani, nel finale ecco la beffa: rimonta dei Cholchoneros prima con Griezmann e al 97′ la freddezza di Suarez su calcio di rigore condanna i rossoneri ad un’altra sconfitta e la classifica  è ferma a quota zero punti.

A CURA di FRANCESCO QUATTRONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.